PROGETTI APERTI

Salone Internazionale del Libro
maggio

Quattro padiglioni di Lingotto Fiere, 51.000 metri quadri di superficie, 30 sale convegni, più di 1.200 editori, 340.000 visitatori. Dal 1988 il Salone Internazionale del Libro di Torino è la più grande libreria italiana del mondo e un enorme festival culturale, con più di 1.500 incontri e dibattiti in cinque giorni. Ogni anno a metà maggio. salonelibro.it


Portici di carta

ottobre
Ogni anno, per un fine settimana di ottobre, i portici del centro di Torino si trasformano in una lunghissima libreria allestita dai librai della città e della provincia. Due chilometri di bancarelle suddivise in aree tematiche. In piazza San Carlo il Corner e lo Spazio Ragazzi offrono incontri, letture e concerti. E in tutta la città, le Passeggiate di Portici di Carta.


Casa Olimpia

dicembre
Dal 2007 la storica Casa cantoniera di Sestriere ospita nel periodo di Natale e Capodanno concerti con artisti di fama internazionale, mostre, incontri con scrittori e protagonisti dell’epopea della montagna, reading e spettacoli teatrali.


Piemonte Paesaggio Umano

annuale

Il 20 giugno 2014 l’Unesco ha proclamato il paesaggio di Langhe, Roero e Monferrato Patrimonio dell’Umanità. Il Parco Culturale riunisce oltre 30 istituzioni e associazioni di una terra che ha dato i natali a scrittori come Cesare Pavese e Beppe Fenoglio per promuoverne e valorizzarne la straordinaria ricchezza culturale.

 


PRESENTAZIONE

La Fondazione per il Libro, cos’è

La Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura è stata costituita a Torino nel 1999 per iniziativa di Regione Piemonte, Provincia di Torino e Città di Torino e non ha scopo di lucro.

Guida la Fondazione un presidente in carica per tre anni.

Accanto, un Alto Comitato di Coordinamento guidato da un presidente e due vice presidenti, rappresentati ogni anno a rotazione dal sindaco di Torino, dal presidente della Provincia di Torino e dal presidente della Regione Piemonte, e un Consiglio d’Amministrazione di cinque componenti formato dai rappresentanti delle tre Istituzioni fondatrici e dell'Aie - Associazione Italiana Editori.

Un Consiglio d’Indirizzo, formato da studiosi, docenti ed esperti di diverse discipline, affianca gli organi direttivi della Fondazione nelle scelte più importanti e fornisce pareri e suggerimenti in merito agli indirizzi culturali generali.



Obiettivi della Fondazione

La Fondazione non ha scopo di lucro e si propone di:

a) Promuovere conferenze, mostre, esposizioni, manifestazioni sul libro, sull’editoria, sulla comunicazione, in particolare il Salone Internazionale del Libro.

b) Promuovere ricerche, studi e documentazioni sul libro e sulla musica, nonché su tutto ciò che ad essi possa essere in qualche modo collegato. Provvedere altresì alla divulgazione dei risultati di ricerche e studi effettuati.

c) Promuovere attività per la formazione, la qualificazione e l’aggiornamento del personale addetto alla produzione, alla distribuzione, alla diffusione e alla valorizzazione del libro, della musica e degli altri strumenti di comunicazione e di formazione ad essi affini, con particolare attenzione alle problematiche indotte dall’utilizzo di nuove metodologie e tecnologie.

d) Collaborare a iniziative di singoli o di enti pubblici o privati che tendano a raggiungere gli stessi obiettivi, anche all’estero, in favore della cultura.

L’attività della Fondazione viene esercitata anche in collaborazione con partner e prestando a terzi la propria consulenza scientifica.

I progetti e le iniziative della Fondazione

La principale iniziativa promossa ogni anno dalla Fondazione è il Salone Internazionale del Libro di Torino: la piú importante manifestazione italiana nel settore editoriale e fra le maggiori a livello europeo.

Accanto ad esso, la Fondazione ha ideato, promuove, coordina e organizza ogni anno a Torino, in Piemonte e in tutta Italia numerosi progetti ed eventi culturali.

Ricordiamo qui i principali:

  • Portici di Carta (Torino, dal 2007, ottobre). Vedi paragrafo dedicato.
  • Casa Olimpia (Sestrière, dal 2006, dicembre-gennaio). Vedi paragrafo dedicato.
  • Parco Culturale Piemonte Paesaggio Umano (Langhe, Roero, Monferrato, dal 2010). Vedi paragrafo dedicato.
  • Parco Culturale «Terre di Vino e di Riso» (province di Novara e Vercelli, 2010-2011).
  • Coordinamento «Le Città del Libro» (territorio nazionale, dal 2013). Vedi paragrafo dedicato.
  • Sentieri e Pensieri (programma di incontri letterari, presentazioni e concerti a Santa Maria Maggiore, Val Vigezzo, dal 2013).
  • Montagne dal Vivo (programma di spettacoli in 74 località della montagna piemontese, 2013-2014).

La Fondazione inoltre collabora e presta il proprio supporto culturale, professionale e organizzativo alle seguenti manifestazioni:

  • Premio Mondello (Palermo-Milano, organizzato assieme alla Fondazione Sicilia, aprile).
  • Premio Casalini (dedicato ai carcerati scrittori, dal 2011).
  • Premio Italo Calvino (Torino, per opere letterarie inedite).
  • Lezioni Primo Levi (organizzate dal Centro Studi Primo Levi, Torino).
  • Letteraltura (festival della Letteratura di Montagna, Verbania, dal 2007).

Fra i progetti ideati, coordinati o sostenuti dalla Fondazione negli anni precedenti e ora conclusi:

  • Musica 2000 (1999)
  • Umbria Libri (1999-2000)
  • Le manifestazioni celebrative e le sette grandi mostre del Centenario dell'Esposizione Internazionale d'Arte Decorativa Moderna - Torino 1902 (2002-2003).
  • La manifestazione di chiusura delle celebrazioni del cinquantenario della televisione italiana Luci del Teleschermo (2004-2005).
  • Mestieri in Mostra (2006–2007).
  • L’anno Unesco di Torino Capitale Mondiale del Libro (2006-2007).
  • Il salone della montagna Alpi 365 (2007 e 2009).
  • Il convegno Le Generazioni e i Luoghi (Sestrière, 2007).
  • Biennale del Libro di Viaggio (Arona, 2007 e 2008).
  • Dal Benessere al Bellessere (Acqui Terme, 2009).
  • Rotte del Mediterraneo (Forte di Fenestrelle, 2008).
  • La comunicazione, il sito web e l’evento inaugurale del WiMu. Museo del Vino al Castello di Barolo (2010).

  • Il Premio Salone Internazionale del Libro a Torino e sull’intero territorio del Piemonte), assegnato ad Amos Oz (2010) e Javier Cercas (2011).
  • Il Concerto per la Festa della Liberazione a Torino (25 aprile, 2009-2011).
  • La mostra 1861-2011. L’Italia dei Libri, contributo della Fondazione per il 150° dell’Unità d’Italia (Torino, Oval Lingotto 2011, e successivi riallestimenti alla Biblioteca Civica di Torino, Bari, Firenze, Palermo, Roma, Budapest).
  • Il ciclo d’incontri e la mostra per il 25° del Salone Internazionale del Libro La Città Visibile. Torino, 1988-2012>> (con il Circolo dei lettori di Torino, 2012).
  • La mostra Dall’idea al chiodo (Torino, 2013).
  • Leggere la città (Pistoia, 2013).